Articoli

Benvenuti nella sezione Articoli  di Encicomix.

←  Scegli, nel menu a fianco, l'articolo che vuoi ricercare.
di seguito le ultime schede modificate

Il macellaio e la rosa

Dylan Dog n.382

Soggetto: Pasquale Ruju

Sceneggiatura: Pasquale Ruju

Disegni: Fabrizio Des Dorides

Copertina: Gigi Cavenago

ilmacellaioelarosa1

Il macellaio e la rosa è una storia di Dylan Dog.
E bella scoperta, dirà  qualcuno: è un albo della sua serie regolare!
No, intendo dire che l'Old Boy è in scena per la gran parte dello svolgimento della storia e ne è davvero protagonista. Per quanto mi riguarda, in passato è successo troppo spesso che i riflettori seguissero di più comprimari o antagonisti anzichè Dylan.
Ma, come ho detto, non è questo il caso del numero in edicola ora, scritto dal veterano Pasquale Ruju.
Lo sceneggiatore ha combinato i tanti elementi tradizionali che contribuiscono a rendere uniche e identificabili le storie di Dylan Dog e ha realizzato un albo in cui l'orrore trova puntuale contrappunto nel tono scanzonato e ironico che contraddisgue da sempre le avventure dell'inquilino di Craven Road.
Lo spunto è quello di un'indagine su una serie di efferati delitti e l'Indagatore dell'Incubo finisce per interessarsene quando una scrittrice si rivolge a lui, perchè somigliano davvero un po' troppo a quelli descritti nel suo ultimo romanzo.
Che poi, proprio "suo", della scrittrice, quel romanzo non è. Perchè l'ha scritto per lei un ghostwriter, quando, disperata per la crisi creativa che la attanaglia, era incapace di rispettare una fondamentale scadenza.
Ruju ci fornisce anche un quadro psicologico dell'assassino completo, la sua voglia di perfezione da soddisfare con la ricerca della vittima perfetta.
Così il nostro Dylan avvia le indagini, che peraltro riguardano anche l'ex ispettore Bloch, perchè i delitti paiono collegati a un suo caso vecchio di anni, rimasto irrisolto.
Si prospetta così l'occasione di lanciarsi entrambi all'inseguimento del serial killer. E il lettore assiste quindi diverito ai siparietti tra i due vecchi amici seduti al pub come nella migliore tradizione, e poi intenti a inseguire le tracce dell'assassino lasciate sul luogo del delitto, e anche impegnati a combattere contro di lui, uniti come non mai.
Non c'ènulla che non si sia già visto, in questa storia, ma forse è proprio questo ciò che la rende così piacevole per gli affezionati lettori della serie, la sua aderenza al "canone", a ciò che ci si apetta di trovare quando in edicola si acquista un albo di Dylan Dog.
In tutto ciò, l'identità  dell'assassino è svelata in un colpo di scena finale tale da sottrarre la storia in modo improvviso al genere "giallo" per consegnarla al puro "horror soprannaturale".
Tutto ciò interpretato dagli ottimi disegni di Fabrizio Des Dorides,all'esordio sulle pagine bonelliane, come spiegato nell'introduzione di Roberto Recchioni,
In conclusione, un numero dell'Indagatore dell'Incubo dannatamente buono.
E a questo punto sorge un interrogativo: il prossimo, attesissimo numero, scritto da Dario Argento, "Profondo nero", sarà  davvero un'avventura di Dylan Dog?

Articolo di Francesco Biroli

Il copyright è di Sergio Bonelli editore e dei rispettivi detenenti diritti.


 Ulteriori approfondimenti:

non umano logo Dylan Dog

ilmacellaioelarosa logo  Recchioni Roberto

 

 

Maschi da evitare

Davide Calì e Veronica "Veci" Carratello - Hop edizioni, Pavia

Maschi da evitare” è uno dei più divertenti libri che ho letto ultimamente. E’ difficile da definire: non è un fumetto, nel senso che non è una vera e propria storia, anche se utilizza il linguaggio del fumetto fatto di vignette e balloons per strutturare il racconto. Non è un libro illustrato, anche se il testo scorre parallelamente alle immagini. Non è una raccolta di vignette satiriche anche se ne sfrutta tutta la carica dissacratoria e irriverente.

Partendo dai più comuni stereotipi sui difetti maschili, soprattutto per quanto riguarda la vita di copia, i due autori riescono a costruire un bellissimo e coloratissimo collage che ritrae con forte ironia il passaggio dall’età giovanile a quella adulta, alla ricerca, da parte del sesso femminile, del maschio ideale, o almeno di quello più giusto. Insomma, la domanda da cui parte il libro è fondamentalmente questa: qual’è il prototipo di maschio migliore? E al contrario quale va assolutamente evitato? Ecco così presi di mira, in tutti i loro difetti, i maschi “tipo” come il culturista, l’insaziabile, l'igienista, il cuoco, l'esperto di cultura orientale, il rappresentante di moquette, e così via per un totale di ben ventinove capitoli corrispondenti ognuno ad un diverso limite del così detto “sesso forte”. Il libro si chiude, per fortuna, con una consolatoria quanto esilarante trovata.

maschi da evitare01

I due autori hanno dato ancora una volta prova della loro grande forza narrativa. Ironica, divertente, fantasiosa quella di Davide Cali, pop, colorata, frizzante quella di Veronica “Veci” Carratello.

Abbiamo imparato da tempo ad apprezzare il genio creativo di Calì sia nei testi che nelle illustrazioni dei suoi fumetti e dei suoi libri per bambini: per Linus, per Zoolibri, Orecchio Acerbo, Biancoenero edizioni, Lapis edizioni, Mondadori e molti altri (anche all'estero).

Veronica Carratello ha iniziato con le autoproduzioni per poi lavorare subito con NPE, Bao Publishing, il Corriere della Sera. Il suo stile elegante e raffinato è un piacevole connubio di illustrazione e fumetto, manga e comics occidentale. Fin da subito Veronica ha saputo dimostrare un carattere ed uno stile tutto suo, nato sicuramente dal mondo pop in cui vive (e viviamo), dalle influenze di ciò che legge e ama, dall'amore per gli anni ottanta ma sapendo innovarsi verso un immaginario assolutamente originale e poetico.

“Maschi da evitare” è quindi una pubblicazione che vi consigliamo caldamente, non tanto come saggio guida ma piuttosto come esilarante lettura. E naturalmente... aspettiamo la sua logica continuazione: “Femmine da evitare”!

maschi da evitare02

Copyright © 2018 Hop edizioni - Tutti i diritti riservati.


Ulteriori approfondimenti:

 Scheda autore: Calì Davide

 Scheda autore: Carratello Veronica