Ultimi articoli

Night club

Night club

I generi narrativi più sfruttati da vignette e pellicole sono sicuramente quelli dei Supereroi e dei vampiri. Tanto da essere veramente difficile ipotizzare qualcosa di innovativo su questi due filoni. Millar ci prova, con la consueta disinvoltura, mischiando i due mondi. Un supereroe vampiro esiste già: Blade (il cacciatore di vampiri creato da Marv Wolfman e Gene Colan). L'idea da cui parte Millar è molto più semplice, quanto geniale: cosa succederebbe se un trio di ragazzini, i classici bullizzati, emarginati, annoiati dalla scuola, attratti solo dai social, venissero improvvisamente vampirizzati?

Arte paleocristiana

Arte paleocristiana

A partire dall'anno 313 d.C. (data dell'editto di Costantino che sancisce libertà di culto nell'impero romano per tutte le religioni), i primi cristiani sono finalmente liberi di professare la loro fede e di creare opere d'arte ed edifici dedicate ai riti religiosi. Le prime chiese non si ispirano ai tempi greco-romani, inadatti per il rito cristiano della comunione, adottano invece il modello della basilica civile, più ampia e spaziosa.

 

The War on Gaza

The War on Gaza

Joe Sacco è un conosciuto autore di graphic journalism a livello internazionale, grazie ai suoi lavori "Palestina. Una nazione occupata" e "Goražde. Area protetta". Ora ha avviato una nuova serie di fumetti pubblicata il 26 gennaio sul sito di The Comics Journal. Questa volta, il suo obiettivo è raccontare la guerra in corso nella striscia di Gaza, nel Medio Oriente, dando voce voce alle persone senza voce nei territori palestinesi di Gaza, Cisgiordania e Gerusalemme. La serie sarà pubblicata, senza una scadenza fissa, dalla casa editrice Fantagraphics.

Il mistero della costola di Zagor

Il mistero della costola di Zagor

Il lettore che da poco si è avvicinato alla lettura delle avventure di Zagor e, innamoratosi delle sue vicende fantastiche e rocambolesche, ha cercato i vecchi albi per rivivere il gusto dell'avventura western, sicuramente si è imbattuto nel mistero della costola di Zagor. Non si tratta di una reliquia preziosa dello Spirito con la Scure e nemmeno degli avanzi dell'ultimo barbecue di Moreno Burattini (il curatore della testata). Piuttosto del fatto, decisamente più banale ma dannatamente urgente per chi è in cerca di vecchie pubblicazioni del signore di Darkwood, che riguarda il numero riportato della costola della pubblicazione.

Cessate il fuoco!

Cessate il fuoco!

Verso la fine di novembre dell'anno scorso, Eris Edizioni insieme ai fumettisti Francesca Ghermandi e Ivan (Hurricane) Manupelli hanno concepito un progetto mirato a sensibilizzare sull'importanza di una richiesta di cessate il fuoco in Palestina. All'iniziativa hanno aderito 80 disegnatori e disegnatrici del nostro paese per poi allargarsi al Giappone grazie  al mangaka Tokushige Kawakatsa, all'artista Mariko Matsushita e alla fotografa Zohre Miha.

 

La Danza Immortalata: Interpretazioni Pittoriche e Scultoree nel Mondo dell'Arte

La Danza Immortalata: Interpretazioni Pittoriche e Scultoree nel Mondo dell'Arte

La danza, con la sua poesia in movimento, continua a ispirare e ad affascinare gli artisti di ogni epoca. Dalle ballerine di Degas ai corpi scolpiti di Rodin, ogni interpretazione artistica contribuisce a un dialogo senza fine sulla bellezza effimera della danza e sulla sua capacità di comunicare emozioni universali attraverso l'arte. La danza, immortalata su tela e plasmata nella pietra, rimane una testimonianza eterna della connessione tra l'arte e il movimento umano. In questi giorni ci sono due mostre in Italia che analizzano il tema della danza. Quella di Auguste Rodin a Milano e quella di Lorenzo Mattotti a Brescia.

La palude

La palude

C'è una palude maledetta, avvolta nel velo di un'oscura fiaba horror, dove nessun animo coraggioso osa mettervi piede. La sua esistenza è un lamento perpetuo sussurrato dalla brezza fredda che accarezza le rive, e il suo aspetto è un insieme di ombre sinistre danzanti nella penombra. Questa palude, se così si può chiamare, è il regno del terrore, un luogo dove la realtà si fonde con l'incubo in un abbraccio eterno. Le sue acque stagnanti risuonano di echi inquietanti, come se raccontassero storie di antichi orrori che risalgono a epoche dimenticate.

Atomic

Atomic

Esplora un mondo post-apocalittico che offre un emozionante mix di generi nel nuovo graphic novel "Atomic"! Il mondo ha conosciuto la catastrofe nucleare, ma la speranza è ancora viva! "Atomic", l'innovativo romanzo a fumetti scritto da Stefano Labbia e illustrato da Vinicius de Souza, affascina e cattura l'immaginazione dei lettori sin dalla trama, articolata e mai attuale come ora. In questa straordinaria epopea, un gruppo di coraggiosi ribelli si batte contro un regime oppressivo, figlio dell'energia atomica e di un intrigo internazionale e... multi epoca.

Battiato l'alieno

Battiato l'alieno

Raccontare Battiato per immagini è un’impresa non da poco, perché si tratta di una galassia in cui vagare e divagare: si spazia senza meta e ci si gode il viaggio, ma si corre anche qualche rischio perché “per molti è santità”. Rischio che diventa doppio se è la satira disegnata a voler tracciare la rotta. Ma l’occasione attesa “per acquistare un paio d’ali e abbandonare il pianeta” era troppo suggestiva per non fargliene dono. Una volta sparato in orbita, il nostro può raccontarsi senza le zavorre filosofiche o l’aura da guru serioso con cui troppo spesso i media ce l’hanno presentato.

Il nuovo CD IFE

Il nuovo CD IFE

Da pochi giorni è uscito il nuovo album IFE del gruppo musicale omonimo, formato da: Cristina Trotto Gatta (voce e testi), Gian Pietro Seravalle (ritmi, tastiere e tessiture elettroniche), Luca Cartolari (basso elettrico, violoncello elettrico, programmazione csound, elettronica) a cui si è unita Brenda Quattrini (piano e piano elettrico) nella dodicesima traccia “Crearono un deserto e lo chiamarono pace”. Quest'ultimo brano lo potete ascoltare su youtube accompagnato da un video realizzato appositamente dal fumettista Marco Feo, che unisce le animazioni 3D con la grafica, i colori e le pennellate dei suoi acquerelli. Le illustrazioni di Marco Feo impreziosiscono anche il booklet del CD.

A Natale torna il Lunario di Magnus

A Natale torna il Lunario di Magnus

La neonata casa editrice bolognese 9970 presenta a Natale la sua prima pubblicazione: una preziosa “Artist Edition” in edizione limitata del Lunario, opera ormai introvabile del maestro del fumetto Roberto Raviola, in arte Magnus. Magnus pubblicò in origine il Lunario 1995 alla fine del 1994 per la casa editrice Granata Press di Luigi Bernardi. L'autore si cimentò questa volta in un'opera completamente diversa: un diario – agenda dell’anno con cinque racconti a fumetti ambientati nella Valle del Santerno e ispirati in parte a storie della tradizione letteraria cinese e in parte a leggende del folklore dell’Appennino tra Romagna e Toscana, in particolare di Castel del Rio, dove l’autore visse i suoi ultimi anni.

Annunciati i Vincitori del Belgioioso Indie Comics Award 2023

Annunciati i Vincitori del Belgioioso Indie Comics Award 2023

Siamo lieti di annunciare i vincitori della prima edizione del concorso Belgioioso Indie Comics Award (BICA) 2023, un evento che celebra l'innovazione e la creatività nel panorama del fumetto indipendente italiano. Questa prima edizione BICA ha visto la partecipazione di 76 opere a fumetti, dimostrando la vitalità e la diversità del settore. La premiazione si è svolta nell'incantevole cornice della sala della Manica Incompiuta del Castello di Belgioioso.

L'era dei bonellidi

L'era dei bonellidi

John Doe, Lazarus Ledd, Demon Hunter, Balboa, ESP, Elton Cop, Bad Moon, Samuel Sand, Dick Drago, Hammer, Gordon Link, L’Insonne... sono solo alcuni dei nomi che hanno rappresentato un’epoca particolarmente florida per il fumetto italiano da edicola. Personaggi e testate che hanno avuto anche il merito di aver fatto da scuola a tante firme oggi importanti del mondo della nona arte nostrana. In questo volume gli autori si prefiggono di navigare attraverso quel periodo tramite riflessioni, interviste con i protagonisti, schede, immagini e approfondimenti sui bonellidi.

E' morto Carlo Ambrosini

E' morto Carlo Ambrosini

A 69 anni, si è spento Carlo Ambrosini, uno degli storici autori più influenti di Dylan Dog e creatore dei personaggi inusuali come Napoleone (una delle serie più sperimentali per la casa editrice milanese, in bilico fra surrealismo e metafisica) e Jan Dix (detective delle opere d'arte) per Sergio Bonelli Editore. Le sue dinamiche matite avevano inoltre disegnato storie per il Texone, Ken Parker, Il confine, Le Storie.

 

Zerocalcare e la questione di Lucca

Zerocalcare e la questione di Lucca

Zerocalcare quest'anno ha deciso di non partecipare come di consueto alla manifestazione fumettistica di Lucca, per via del patrocinio dato dall’ambasciata di Israele. La scelta del noto fumettista ha scatenato il dibattito e mille polemiche sui più importanti giornali nazionali (a dimostrazione che quando i numeri sono alti conta anche il fumetto). L'autore ha quindi realizzato un breve fumetto, pubblicato sul sito di Internazionale, per riepilogare il tutto e spiegare le motivazioni che lo hanno portato ad una scelta così difficile.

 

E' morto Sergio Staino

E' morto Sergio Staino

Sergio è morto ieri. È morto un carissimo amico, e ogni parola che intenda comunicare il nostro personale dispiacere risulterebbe scontata, esangue, banale... Perchè Sergio è stato davvero un amico, il soggetto-oggetto di una autentica philìa, di una benevolenza profonda che ha saputo intrattenere con noi negli ultimi anni della sua vita. Lui, già vecchio, lui con i suoi sfolgoranti occhi blu e ciechi, apriva la sua casa di Scandicci a noi due (Marco e Mario), due (per lui) perfetti sconosciuti. E in pochi minuti, a cominciare dall'offerta di un caffè americano e con il tocco gentile delle sue mani nostri volti, ha saputo iniziare un rapporto improntato a dolcezza e ironica bonomia.

Coccodrilli squisiti

Coccodrilli squisiti

Partendo dall'idea dei “Cadaveri squisiti” il fumettista Hurricane (Ivan Manupelli) ha progettato una geniale pubblicazione, una sorta di scatola nella quale sono contenute le sintetiche biografie di una cinquantina di personaggi famosi. Sulla pagina sinistra sono riportate essenziali frasi che sottolineano aneddoti ed elementi biografici, mentre a destra un ritratto illustrato dal fumettista. Grazie ad una rilegatura a spirale ogni foglio si divide in quattro bande orizzontali che costringono il lettore a sfogliare le pagine del libro mischiando fra loro immagini e testi, generando nuovi personaggi e biografie surrealii.

Zagor e il capitano Nemo

Zagor e il capitano Nemo

In questi primi giorni di Settembre è stato distribuito nelle edicole l'ultimo albo di Zagor, il numero 698, intitolato “La maledizione degli Incas”, nel quale si conclude la vicenda che ha portato il signore di Darkwood ad incontrare nientemeno che il leggendario Capitano Nemo, inventato da Jules Verne, precursore del mito dell’esploratore dell'ignoto e dell'impossibile. Il capitano Nemo compare nei due romanzi di Verne intitolati “Ventimila leghe sotto i mari” e “L'isola misteriosa”. Le opere dello scrittore francese sono famose in tutto il mondo: Viaggio al centro della Terra, Dalla Terra alla Luna, Il giro del mondo in 80 giorni, per citarne solo alcuni.

Fauves

Fauves

Con il termine fauves (in francese "belve, selvaggi") si indica un movimento artistico d'avanguardia, che in realtà è un gruppo di pittori, perlopiù francesi, che nella prima parte del Novecento diedero vita a un'esperienza di breve durata temporale, ma di grande importanza nell'evoluzione dell'arte, perché ne proponevano l'innovazione. Questa corrente è chiamata anche fauvismo. L'origine del movimento è da ricercarsi nell'inserimento all'interno della tradizione impressionista francese, alla fine del XIX secolo, di spinte dotate di accenti romantici e nordici, come le proposizioni di Edvard Munch.

Espressionismo: Die Brűcke

Espressionismo: Die Brűcke

L'Espressionismo tedesco, meglio noto come Die Brűcke (il nome programmatico si riferisce alla truduzione tedesca della parola il ponte, ovvero coloro che traghetteranno la società contemporanea verso il futuro dell'Arte), è la prima delle avanguardie artistiche, fondata nel 1905 da un gruppo di studenti della facoltà di architettura di Dresda: Ernst Ludwig Kirchner, Fritz Bleyl, Erich Heckel, Karl Schmidt Rottfluff. L'anno sucessivo si uniranno al gruppo Emil Nolde e Max Pechstein.