Personaggi

Benvenuti nella sezione Personaggi  di Encicomix.

←  Scegli, nel menu a fianco,  il personaggio che vuoi ricercare.
di seguito le ultime schede modificate

Paperino

Il suo vero nome è Paolino Paperino (Donald Fauntleroy Duck), normalmente conosciuto come Paperino. Il secondo nome di Paolino Paperino è Fauntleroy. E' un personaggio dei cartoni animati e dei fumetti della Disney. Ha esordito nel cortometraggio La gallinella saggia del 9 giugno 1934 e nello stesso anno nei fumetti della serie Sinfonie allegre (Silly Symphonies). Il suo carattere irascibile e le gag a a ripetizione che capitano al povero papero conquistarono subito il pubblico. In lingua originale la prima voce di Paperino apparteneva a Clarence “Ducky” Nash, che dopo cinquant’anni fu sostituito dall’animatore della Disney Tony Anselmo. E' proprio la vocina stridula e sberciante un altro elemento caratterizzante e vincente nel carattere di paperino.

Inizialmente a fianco di Topolino, Paperino diventerà ben presto protagonista di molti altri cortometraggi e di innumerevoli storie a fumetti realizzate oltre che negli Stati Uniti anche in altri Paesi del mondo, in particolare in Italia e in Brasile. Il successo del personaggio è tale da farlo diventare testimonial di molte iniziative in varie parti del mondo e oggetto anche di un diffuso merchandising.

Una stella sulla Hollywood Walk of Fame è dedicata a Paperino ed il suo successo nel mondo della celluloide è tale che nel 1958 avrà l'onore di presentare la cerimonia di consegna degli Oscar® insieme ad attori del calibro di Bob Hope, Jack Lemmon, David Niven, Rosalind Russell e James Stewart.

Paperino appare in milioni di fumetti venduti in oltre 40 paesi in tutto il mondo. All’interno dell’area EMEA, Paperino è apparso in dozzine di serie e programmi televisivi Disney, tra cui La Casa di Topolino su Disney Channel e Disney Junior e I Corti di Topolino su Disney Channel e Disney XD.
Paperino è apparso in ogni spettacolo di Disney On Ice fin dal debutto di Walt Disney’s World On Ice nel 1981.
Lo spettacolo Walt Disney’s World On Ice – Donald Duck’s Birthday ha debuttato in Europa nel 1988: era uno show pieno di starnazzi, perseveranza e amicizia creato per celebrare il compleanno di Paperino.
Nel 2017 Paperino è stato il protagonista di una collezione di moda targata Gucci. Questa linea d’abbigliamento comprendeva T-shirt, felpe con cappuccio, maglieria e scarpe. Anche le case di moda JC De Castelbajac e Monnalisa hanno creato svariati articoli di moda che avevano per protagonista il famoso papero.

È stato definito «l'antieroe per eccellenza, l'incarnazione dell'uomo medio moderno, con le sue frustrazioni, i suoi problemi, le sue nevrosi».

La gallinella saggia

La prima apparizione di Paperino.

paperino

Una versione più moderna.

 

Copyright Disney - Panini per l'edizione italiana.


Ulteriori approfondimenti:

paperino leonardo logo   Paperino, Qui, Quo e Qua e il Grande Gioco Geniale

leonardo paperinci logo   Marameo Paperetto e il genio di passaggio

paperoga mentore dadaista logo   Paperoga mentore dadaista

logo mosaico barbaro   Pico di Bisanzio e il mosaico barbaro


Galleria immagini

Mercurio Loi

di Alessandro Bilotta

Cosa sarebbe successo se Sir Arthur Conan Doyle avesse deciso di ambientare le avventure del suo celebre Sherlock Holmes a Roma? E' una domanda che sorge spontanea leggendo il primo numero della nuova serie targata Sergio Bonelli editore. Ed e' la domanda che si pone, e ci pone anche a noi, Davide Bonelli nell'introduzione dell'albo (rispettando la tradizione bene augurale della casa editrice). Ed e' cio' che ci auguriamo anche noi perche' il prodotto si presenta decisamente bene.

mercurioloi1
Già cosa sarebbe successo? Sicuramente ne sarebbe nato un investigatore un pò diverso, forse sempre celebrale ed attento a ciò che il normale passante non riesce a cogliere, ma sicuramente con un atmosfera decisamente più italiana. Quella della Roma di inizio 'ottocento, ricolma di misteri ed intrighi ma anche di quella sana vita cittadina, di buon odore di cucina, profumo di abbacchio e spezzattino che si contrappongono agli sgradevoli effluvi di sotterranei e labirini. D'altro canto una città millenaria con il passato di Roma non può che muoversi e crescere dalle sue antiche rovine. E fra le sue contorte stradine (Roma è l'unica città dell'impero romano a non essere strutturata sullo schema del cardo e decumano), passeggia tranquillo il professor Mercurio Loi con il suo assistente Ottone. E' una passeggiata senza fretta e senza meta, volutamente distratta dalla fretta quotidiana ma in realtà attenta ai più sottili dettagli, particolari insignificanti ai più, ma che tracciano imprevedibili tragitti nel mistero. Alessandro Bilotta (il creatore della serie, di cui era già stata edita una prima avventura nella collana "Le Storie") apre il primo albo senza il protagonista. E' stato rapito. Sparito dalla circolazione. Ottone lo sta disperatamente cercando. Così inizia una gara di intriganti tranelli, misteri ed esoterismo, fra il detective bilottiano e il suo acerrimo nemico (nemesi come Moriarty per Sherlock, del protagonista). Tra le ultime proposte della casa editrice ci sembra la più originale ed interessante, speriamo che il pubblico condivida le nostre stesse impressioni.

Alle copertine un asso del fumetto: Manuel Fior, solitamente piu' avvezzo al pubblico del fumetto delle graphich novel. Ma questa è un' altra bella sorpresa dopo aver ammirato Gipi sulle copertine di Orfani. Sicuramente la casa editrice di via Buonarrotti sta sperimentanso nuove vie e tutto ciò non può che essere positivo.

mercurioloi2

Mercurio Loi n. 1
di Alessandro Bilotta e Matteo Mosca
Sergio Bonelli Editore, 2017
96 pagine a colori, € 4,90